Lo scopo di "Homo Sapiens"


Lo scopo di "Homo Sapiens"
Lo scopo di "Homo Sapiens", come specie è ridotta ad uno sviluppo più completo di geneticamente determinato potenziale di sviluppo.
      Invece, molti dei rappresentanti di questa specie durante la vita non si sviluppano in questo senso, e degradato al punto in cui il motivo più
importante per tutte le loro azioni e le azioni sono gli istinti di natura sessuale digestivo e la ricerca del piacere (edonismo), compresi
tutti i tipi di innaturale .
      Tale impostazione di obiettivi trasforma la società umana in un strano tumore dell′universo sul corpo della Terra.

      Lo sviluppo umano non è l′accumulo di un certo numero di conoscenze, ma il miglioramento dell′organizzazione della sua psiche. Un bastardo istruito e intelligente con una psiche inumana è socialmente molto più pericoloso di un maleducato - mezzo educato.
      Nel prendere decisioni, una persona può essere dominata da:
          1. istinti animali;
          2. abitudini, tradizioni imposte nella società, stereotipi comportamentali;
          3. calcolo personale freddo, non orientato a norme generalmente accettate, o alla provvidenza di Dio;
         4. La guida di Dio, intuizioni intuitive e suggerimenti dell′anima, provenienti dai livelli inconsci della psiche, della coscienza.

       Di conseguenza, i tipi della psiche umana sono classificati:
          1. tipo animale della psiche;
          2. tipo di psiche "zombie-biorobot";
          3. tipo demoniaco della struttura psichica;
          4. tipo di psiche "L′uomo del ragionevole".

         Nell′attuale civiltà, dopo aver cambiato la logica del comportamento sociale e sulla base del concetto di sicurezza pubblica sviluppato in Russia, sono stati creati i prerequisiti fondamentali per la formazione della "persona intelligente" come principale forza trainante del vero progresso sociale.Lo spettro delle esigenze dell′uomo e della società è diviso in due classi di bisogni:
       - calcolato accuratamente, demograficamente condizionato;
       - imprevedibile, degradazione-parassita.

        Con l′orientamento della sfera di produzione e dei servizi al primo di loro in futuro ci sarà la possibilità di un esatto calcolo matematico del vettore delle esigenze con una soluzione rigorosa delle equazioni del bilancio interbranchistico derivante da queste condizioni di confine.

     Nelle attuali condizioni concentra incremento del prodotto interno lordo. Tutto occupa della produzione di tabacco, vodka, armi, nonché l′esportazione di gas, petrolio e legname. Maggiore è il PIL in questi settori, più intensamente la popolazione del paese viene sterminata.

      Ci vorranno tempi in cui gli obiettivi dello sviluppo dello Stato dichiareranno il contenuto e la popolazione del proprio territorio, la riproduzione dei popoli indigeni che vivono su di essa.

      Ritirare lo stato dalla subordinazione diretta del potere concettuale esterno è possibile solo attraverso una profonda comprensione personale, prima di tutti i dirigenti, di un sistema di gestione sociale in piena funzione.
      Il potere concettuale che ha influenzato la nostra stato ha dominato le sei priorità delle armi generalizzate, ma funzionano solotutti insieme, come un unico meccanismo.

      Allo stesso tempo, le armi militari e il terrore sono il più veloce, ma l′ultimo, il sesto in termini di efficacia dell′impatto sulla società e della sostenibilità dei risultati raggiunti.Così la Russia, che ha vinto la vittoria a livello della sesta priorità, dopo un po ′è andato al paese sconfitto per i prestiti:nel XIX secolo - in Francia, nel XX secolo - in Germania.
    Un paese che costruisce il suo futuro sulla sesta priorità è condannato.
     Così era con la Germania fascista, così sarà con quelli che vengono abbassati alla sesta priorità degli Stati Uniti.Allo stesso tempo, la Svizzera non ha mai combattuto e non lo pianifica in futuro.I suoi maestri hanno capito gli schemi di gestione basati su priorità manageriali più significative: l′arma del genocidio, del denaro mondiale, delle armi ideologiche, delle armi cronologiche e metodologiche.
      Va ricordato che tutti gli emigrati politici di tutti i paesi "pensavano" in Svizzera per molti secoli senza alcuna conseguenza, ma con conseguenze per i loro paesi.


    La debolezza della sesta priorità è dovuta, innanzitutto, al suo aspetto esplicito e, di conseguenza, alla possibilità dell′opposizione organizzata.
    Pertanto, in scenari di potere concettuale, agendo principalmente attraverso metodi di "cooperazione culturale", l′aggressione diretta viene usata come misura estrema e solo dagli sforzi di un terzo partito intenzionalmente preparato.
     Di regola, la materia si riduce ad una precisa spinta al conflitto militare di due partiti combattenti conl′obiettivo di indebolire ciascuno di essi e risolvere i propri compiti politici ed economici di terzi. Purtroppo, i paesi intrappolati in questa trappola non si rendono conto che è impossibile vincere una guerra perché è impossibile vincere un terremoto.
      Come risultato del conflitto emergente nella sua zona, sono creati prerequisiti per uno sviluppo più efficace di un terzo, per espandere il mercato delle vendite, l′accesso alle risorse naturali, spesso divenute donate, a lavoro a basso costo, agli sviluppi high-tech nella regione.
     Quasi accuratamente, i vantaggi della terza parte sono stati descritti dallo storico americano A. Wolf: "Il modo migliore per sfruttare la guerra è sempre avere una guerra, soprattutto se è possibile farlo con una minima partecipazione alle ostilità". È in questo scenario che tutti i conflitti militari moderni stanno avvenendo.Un posto speciale nello scenario di sviluppo del potere concettuale sulla sesta priorità è sempre stato i Balcani. Fu lì che la fiamma delle guerre mondiali fu accesa.
       Nei Balcani, abbiamo ancora una volta un disassemblaggio di elite di potere, tra le quali non ci sono diritti di destra.L′unica posizione corretta su tali conflitti è presentata nell′epigrafe ed è statail suo tempo, il caro russo Alessandro III: "Per tutto ciò che accade nei Balcani, non darò vita a un soldato russo".


https://www.chitalnya.ru/work/2063487/








Рейтинг работы: 0
Количество отзывов: 0
Количество просмотров: 24
© 14.09.2017 Полёт Орла

Рубрика произведения: Разное -> Публицистика
Оценки: отлично 0, интересно 0, не заинтересовало 0












1